Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti contenuti in linea con le tue preferenze.

Clicca su APPROVO per continuare la navigazione Per saperne di piu'

Approvo

Contabilizzazione: a che punto siamo?

In evidenza Contabilizzazione: a che punto siamo?
Entro il 31 dicembre 2016 i condomìni italiani avrebbero dovuto dotare gli impianti di riscaldamento di dispositivi di contabilizzazione e termoregolazione individuale ma una buona parte di edifici non si è adeguata. Riprendiamo il tema partendo da una panoramica sul quadro legislativo nazionale ed europeo per analizzare i provvedimenti in materia

 

A cura di Roberto Colombo, Direttore generale Brunata Italia

Nel 2006 l'UE si è impegnata ufficialmente a ridurre del 20% il consumo annuo di energia primaria entro il 2020 e, successivamente, è stato approvato l’Energy Efficiency Plan, con l’obiettivo di promuovere un’economia che rispetti le risorse del pianeta, implementare un sistema energetico meno basato sul carbone, migliorare l’indipendenza energetica dell’Unione e rafforzare la sicurezza dell’approvvigionamento di energia.    

Le possibilità di riduzione esistenti sono notevoli, in particolare nei settori a elevato consumo di energia quali l'edilizia, le industrie manifatturiere, la conversione dell'energia e i trasporti. Una delle priorità è pertanto quella di contenere il consumo di energia negli edifici, dato che questo settore, da solo, è responsabile del 40% del consumo finale di energia in Europa.

Il 25 ottobre 2012 il Parlamento europeo ha approvato la Direttiva 2012/27/UE sull’efficienza energetica, che ha sottolineato come l'Unione si trovi a dover fronteggiare sfide senza precedenti, determinate da una grande dipendenza dalle importazioni di energia, dalla scarsità di risorse energetiche, dalla necessità di limitare i cambiamenti climatici e di superare la crisi economica. Pertanto per il Parlamento e per il Consiglio l'efficienza energetica costituisce uno strumento per affrontare tali sfide, contribuendo a ridurre le emissioni di gas serra e, di conseguenza, i cambiamenti climatici.

Anche il tema dei finanziamenti è stato sempre rimarcato dal Consiglio europeo, convinto che gli Stati membri debbano incoraggiare maggiormente il ricorso a strumenti di finanziamento per promuovere gli obiettivi della Direttiva. In particolare ricorrendo a contributi finanziari o ad ammende per il mancato rispetto delle disposizioni della 27/2012 e avvalendosi di meccanismi di finanziamento innovativi che riducano i rischi dei progetti di efficienza energetica, consentendo ristrutturazioni efficaci anche per le famiglie a basso o medio reddito.

Adwin Srl
Via Giovacchino Belli, 14
20127 Milano
Chi siamo  Contatti